logo ProfessioneGiustizia
Cerca nel sito

Se la moglie vive in un immobile di sua proprietà l’assegno erogato dal marito può essere ridotto

La proprietà dell’immobile in cui la moglie risiede produce un reddito che incide sulla determinazione dell’assegno di mantenimento. Cassazione ordinanza n. 24853 5/12/2016

In sede di separazione personale dei coniugi, il giudice aveva stabilito un assegno mensile di mantenimento a carico del marito pari ad euro 300,00; la pronuncia veniva appellata dall’uomo e, in sede di gravame, l’assegno era stato rideterminato in euro 200,00. Avverso tale sentenza la moglie aveva proposto ricorso in cassazione.

. . . [continua]

Niente procura per separazione o divorzio semplificati dinanzi l’Ufficiale di Stato Civile

Sulla ammissibilità della procura per separazione o divorzio semplificati dinanzi l’Ufficiale di Stato Civile interviene il Ministero dell’Interno con Circolare n. 19 del 15/11/2016

L'articolo 12 del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito, con modificazioni, dalla legge 10 novembre 2014, n. 162, ha introdotto la possibilità per i coniugi di concludere, “innanzi al sindaco, quale ufficiale dello stato civile” del comune di residenza di uno di loro o del comune presso cui e' iscritto o trascritto l'atto di matrimonio . . . [continua]

Cessione ramo d’azienda e presunzione del trasferimento del diritto all’uso esclusivo del marchio

Societario: sulla applicabilità della presunzione ex art. 2573 c. 2 c.c. (trasferimento diritto all’uso esclusivo del marchio) alla cessione del ramo d’azienda. Corte Cassazione n. 19480/2016

Con la pronuncia n. 19480 del 23 settembre 2016, La Corte di Cassazione (sez. Tributaria) ha affermato l’applicabilità della presunzione di cui all’art. 2573 c. 2 del Codice Civile, anche alla cessione del singolo ramo d’azienda.

La norma prevede . . . [continua]

Datore di lavoro responsabile salvo il vizio occulto del macchinario o la condotta “eccentrica”

Solo il vizio occulto del macchinario e la condotta“eccentrica” esimono il datore di lavoro da responsabilità da infortunio sul lavoro. Cassazione Penale Sentenza n. 44327 del 19/10/2016

La massime

«Il D.Lgs. n. 81 del 2008, art. 71 fa obbligo al datore di lavoro di verificare la sicurezza delle macchine introdotte nella propria azienda e di rimuovere le fonti di pericolo per i lavoratori addetti all'utilizzazione di una macchina, a meno che questa non presenti un vizio occulto». . . . [continua]

Raccomandazioni della CGUE relative alla presentazione di domande di pronuncia pregiudiziale

Il rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea e raccomandazioni della Corte in merito. Raccomandazioni pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea 2016/C 439/01 in data 25/11/2016.

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea (abbreviato “CGUE” o semplicemente “Corte”) ha emesso una serie di Raccomandazioni, pubblicate sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea 2016/C 439/01 in data 25/11/2016, al fine di rammentare le caratteristiche essenziali del procedimento pregiudiziale e a fornire ai giudici che adiscono la Corte in via pregiudiziale . . . [continua]

Professione Giustizia® è Marchio Registrato - Tutti i diritti sono riservati © 2008-2016 - É vietata la riproduzione, anche parziale.
Direttore Scientifico: Luca Marco Rasia
Tribunale Vicenza 26/08/2014 n° reg. 2230 - ISSN 2465-1435
Decaplus s.a.s. - P.IVA 03963190248 - PEC decaplus@pec.it
Piazza della Libertà, 32 - Altavilla Vicentina (VI) powered by Decaplus