Nuovo Reato di "Traffico di organi prelevati da persona vivente"

Introdotto l'Art. 601-bis del Codice Penale: "Traffico di organi prelevati da persona vivente".

Nuovo Reato di "Traffico di organi prelevati da persona vivente"

Nel tentativo di inasprire la lotta al purtroppo presente fenomeno del Traffico di Organi, con Legge n° 236 dell' 11 dicembre 2016 è stato introdotto il nuovo reato di "traffico di organi prelevati da persona vivente" con l'inserimento del nuovo articolo 601-bis del codice penale. La Legge 236/2016 è stata publicata in Gazzetta Ufficiale n.299 del 23 dicembre 2016.

Se il fatto e' commesso da persona che esercita una professione sanitaria, alla condanna, già prevista con la reclusione da tre a dodici anni e con la multa da euro 50.000 ad euro 300.000, consegue anche l'interdizione perpetua dall'esercizio della professione.

Inasprite le pene anche per il mancato rispetto della Legge 1° aprile 1999, n. 91 relativa alle "Disposizioni in materia di prelievi e di trapianti di organi e di tessuti".

Le nuove norme entrano in vigore in data  7 gennaio 2017.

 

Di seguito il testo della legge:

 

LEGGE 11 dicembre 2016, n. 236 

Modifiche al codice penale e alla legge 1° aprile 1999, n. 91, in materia di traffico di organi destinati al trapianto, nonche' alla legge 26 giugno 1967, n. 458, in materia di trapianto del rene tra persone viventi.



La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga

la seguente legge;

Art. 1
Introduzione nel codice penale del reato di traffico di organi prelevati da persona vivente

1. Dopo l'articolo 601 del codice penale e' inserito il seguente;
«Art. 601-bis (Traffico di organi prelevati da persona vivente). - Chiunque, illecitamente, commercia, vende, acquista ovvero, in qualsiasi modo e a qualsiasi titolo, procura o tratta organi o parti di organi prelevati da persona vivente e' punito con la reclusione da tre a dodici anni e con la multa da euro 50.000 ad euro 300.000. Se il fatto e' commesso da persona che esercita una professione sanitaria, alla condanna consegue l'interdizione perpetua dall'esercizio della professione.
Salvo che il fatto costituisca piu' grave reato, e' punito con la reclusione da tre a sette anni e con la multa da euro 50.000 ad euro 300.000 chiunque organizza o propaganda viaggi ovvero pubblicizza o diffonde, con qualsiasi mezzo, anche per via informatica o telematica, annunci finalizzati al traffico di organi o parti di organi di cui al primo comma».

Art. 2
Modifiche all'articolo 416 del codice penale

1. All'articolo 416, sesto comma, del codice penale, dopo le parole: «di cui agli articoli 600, 601» e' inserita la seguente: «, 601-bis» e dopo le parole: «25 luglio 1998, n. 286,» sono inserite le seguenti: «nonche' agli articoli 22, commi 3 e 4, e 22-bis, comma 1, della legge 1° aprile 1999, n. 91,».

Art. 3
Modifiche alla legge 1° aprile 1999, n. 91, in materia di traffico di organi destinati al trapianto

1. All'articolo 22-bis della legge 1° aprile 1999, n. 91, sono apportate le seguenti modificazioni;
a) al comma 1, le parole: «da tre a sei anni» sono sostituite dalle seguenti: «da tre a otto anni»;
b) il comma 2 e' abrogato.

Art. 4
Modifica alla legge 26 giugno 1967, n. 458, in materia di trapianto del rene tra persone viventi

1. L'articolo 7 della legge 26 giugno 1967, n. 458, e' abrogato.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.
Data a Roma, addi' 11 dicembre 2016

MATTARELLA
Renzi, Presidente del Consiglio dei ministri
Visto, il Guardasigilli: Orlando

 

 

 

Commenta per primo

Vuoi Lasciare Un Commento?

Possono inserire commenti solo gli Utenti Registrati