PAT: modalità di rimborso del Contributo Unificato versato in via telematica

Circolare del 26/10/2018 del Segretariato generale della Giustizia Amministrativa su modalità di rimborso del Contributo Unificato versato in via telematica nel Processo Amministrativo Telematico (PAT)

PAT: modalità di rimborso del Contributo Unificato versato in via telematica

Una recente Circolare (26 ottobre 2018) del del Segretariato generale della Giustizia Amministrativa, affronta il tema della verifica dell’effettività del pagamento e successivo rimborso del Contributo Unificato pagato nel Processo Amministrativo per via telematica. E ciò sulla scorta delle preoccupazioni del M.E.F. circa la necessità di riscontro della effettività del pagamento e la successiva - al rimborso - non riutilizzabilità del versamento per altri contenziosi presso la Giustizia amministrativa.

Il problema si pone nel processo telematico stante la indisponibilità delle copie cartacee presso gli Uffici Giudiziari e la conseguente necessità di predisporre un diverso metodo di verifica dell’avvenuto pagamento.

Sulla base della Circolare l’intero procedimento di richiesta di rimborso e di emissione del provvedimento deve rimanere digitale e va inviato all’Agenzia delle entrate per la verifica.

Necessità analoghe sono sentite dagli Uffici Giudiziari anche nel PCT e sarebbe opportuna una analoga chiarificazione sulle modalità di rimborso del C.U. anche nel processo civile e penale.

 

Vai al testo della Circolare

 

 

Commenta per primo

Vuoi Lasciare Un Commento?

Possono inserire commenti solo gli Utenti Registrati