Processo civile telematico, Net Service si aggiudica la gara europea per l’area civile

L’azienda bolognese Net Service vince il bando del Ministero della Giustizia e si aggiudica la gara per l’area civile, che verrà estesa agli uffici dei giudici di pace.

Processo civile telematico, Net Service si aggiudica la gara europea per l’area civile

L’azienda bolognese Net Service S.p.A si è aggiudicata, in qualità di mandataria, la gara del Ministero della Giustizia per la manutenzione del Processo civile telematico che ora si estenderà ai giudici di pace.

Net Service, che nei giorni scorsi ha firmato il contratto, fornirà per 60 mesi i servizi di sviluppo e correlati, come ad esempio il centro di competenza, il database per il riuso, i servizi specialistici a supporto, la manutenzione e il passaggio di know-how.

La gara europea, del valore di oltre 21 milioni di euro, è in parte finanziata nel quadro del Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale Fse-Fesr 2014-2020.

Con l’aggiudicazione della gara - commenta Gianluca Ortolani, amministratore delegato di Net Service S.p.A. - la nostra azienda si conferma centro di eccellenza per quello che riguarda i sistemi informatici dedicati alla giustizia, oltre che partner di riferimento per i sistemi informativi integrati di classe Enterprise nazionali e internazionali”.

Oltre a Giustizia Metropolitana®, specificamente per la Pubblica Amministrazione Net Service ha sviluppato anche Solido Legal Case Management System, la verticalizzazione di Astrea® Digital Platform adottata dalla Corte per la tutela brevettuale unitaria in Europa.

 

Commenta per primo

Vuoi Lasciare Un Commento?

Possono inserire commenti solo gli Utenti Registrati